Mitologia ebraica
Lucifero



Nella mitologia ebraica Lucifero è uno dei cherubini, ossia uno degli angeli piú prossimi a Dio, residenti nel settimo cielo e dotati della piú ampia conoscenza.
Il nome Lucifero è l᾿adattamento latino del greco Φωσφόρος ossia portatore di luce, ma il nome ebraico Helel ben Shahar significa propriamente «figlio dell᾿alba».
Ornato di gemme di ogni genere Lucifero, che godeva della predilezione di Dio e che da lui era stato nominato guardiano della creazione, si insuperbí e decise di ascendere al monte Saphon e farsi incoronare pari a Dio stesso.
Sdegnato per la smodata ambizione del cherubino, Dio lo puní facendolo precipitare sulla Terra, e ancora dalla Terra nell᾿abisso chiamato Sheol, luogo oscuro ove la luce di Dio non può giungere.
Lucifero precipitò come una stella brillante, e fu incenerito nella sua discesa. Da allora vaga per Sheol, che è poi il luogo dove dimorano le anime dei morti.

3 ottobre 2011


Questo testo è proprietà intellettuale dell᾿autore, Ferruccio Sardu. La sua riproposizione, anche parziale, implica la citazione della fonte.


← Precedente     Successivo →


linea

Torna al menu della Mitologia Ebraica