Mitologia nordica
Ullr



Ullr è un antichissimo dio della stirpe degli æsir; si dice sia figlio di Sif e figliastro di Þórr. La sua importanza andò diminuendo con il tempo, fino a che il suo culto fu quasi interamente perduto. È un dio della luce e del cielo, e ha avuto perfino il rango di dio supremo, tanto da occupare per molti anni il trono di Óðinn, nel periodo in cui questi fu esiliato. L'albero a lui sacro è il tasso, e si dice che abiti in una località chimata Ýdalir, nome che significa appunto «le valli del tasso». Con il legno di quell'albero si fabbricano mirabili archi, armi perfette: ed è per questo che Ullr è un dio arciere. Egli scocca i suoi dardi contro le forze dell'oscurità, e i demoni temono le sue frecce, poiché il legno del tasso è letale per tutte le creature demoniache. Poiché Ullr è un dio della luce, è facile notare il parallelo fra lui e il sole, che pure scocca i suoi dardi di luce contro l'oscurità, e cosí la dissipa.
Ricordiamo ancora, a proposito del dio, che si usa definire gli scudi «navi di Ullr». Quanto a lui, sono suoi epiteti «dio dell'arco», «dio sciatore» e «dio dello scudo». Sappiamo anche che è a lui che si raccomanda chi deve affrontare un duello.

17 dicembre 2011


Questo testo è proprietà intellettuale dell'autore, Ferruccio Sardu. La sua riproposizione, anche parziale, implica la citazione della fonte.


← Precedente     Successivo →


linea

Torna al menu della Mitologia Nordica