Mitologia greca
Deucalione e Pirra



Questa è la storia di come ebbe fine l'età dell'oro¹.
Narra Apollodoro che Prometeo ebbe un figlio, il cui nome era Deucalione. Questi si sposò con Pirra, figlia di Pandora ed Epimeteo. Zeus, non contento di aver punito gli esseri umani mandando loro Pandora, e con loro una lunga discendenza di donne, decise infine di sterminare l'intera stirpe umana, esasperato da un orrendo delitto compiuto dai figli di Licaone. Decise dunque di sommergere il mondo con un terribile diluvio, in modo da cancellare ogni traccia della stirpe umana. Prometeo però, nella sua preveggenza, intuí le intenzioni di Zeus e avvertí Deucalione, suggerendogli di costruire una grande arca, e di imbarcarvisi insieme a Pirra. Infine il diluvio ebbe inizio: Zeus sommerse la Grecia con una pioggia incessante e, tranne pochi che riuscirono a salvarsi trovando riparo sui monti piú alti, la maggior parte degli esseri umani morí. L'arca fu sballottata dalle acque per nove giorni e altrettante notti, infine si arenò sulla cima del monte Parnaso.
Deucalione toccò terra, e volle subito fare un sacrificio a Zeus. Il padre degli dèi gli inviò allora Ermes, per chiedergli cosa desiderasse. Deucalione espresse il desiderio di ripopolare la Terra di esseri umani, e Zeus acconsentí. Della cosa si occupò Temi, la titanide figlia di Gea e Urano, che ordinò a Deucalione e Pirra di gettarsi dietro le spalle le ossa della madre. Compreso che Temi alludeva alle pietre, che sono le ossa di Gea, Deucalione prese a gettarsi delle pietre dietro le spalle, e altrettanto fece Pirra. Non appena le pietre toccavano terra, ne scaturivano degli esseri umani, rispettivamente donne e uomini a seconda che le pietre fossero state gettate da Pirra o da Deucalione. Fu cosí che, dopo il diluvio, la Terra fu ripopolata, ed ebbe inizio l'età dell'argento.
  1. Il mito di Deucalione e Pirra deriva dagli analoghi miti sul diluvio universale narrati nel Vicino Oriente, tra cui evidentemente quello di Noè. Appare qui piú sfumata l'implicazione morale, e piú incerto è l'atteggiamento di Zeus. Secondo alcune varianti, addirittura, Temi agisce di propria iniziativa dando a Pirra e Deucalione le direttive su come ripopolare il pianeta. Anche il particolare che alcuni uomini si salvino dalla catastrofe getta una luce insolita su Zeus, che scatena il diluvio ma poi sembra disinteressarsi ai suoi esiti.

24 novembre 2011


Questo testo è proprietà intellettuale dell'autore, Ferruccio Sardu. La sua riproposizione, anche parziale, implica la citazione della fonte.


← Precedente     Successivo →


linea

Torna al menu della Mitologia Greca