Leggende metropolitane
La gonna di seconda mano



Passando di fronte a un magazzino che vendeva abbigliamento usato, una giovane donna vide una splendida gonna, in eccellenti condizioni, in vendita a un prezzo piú che ragionevole.
Decise di acquistare l'indumento, soprattutto dopo che la commessa la ebbe informata del fatto che la gonna era stata precedentemente indossata in una sola occasione.
L'indomani, indossata la gonna e uscita con amici, la ragazza ebbe un malore e fu prontamente accompagnata al pronto soccorso, dove fu tratta in salvo dopo che le fu stata diagnosticata una severa intossicazione.
In seguito a una breve indagine, ci si rese conto che la gonna era intrisa di formaldeide e che era effettivamente stata indossata una sola volta, ma da un cadavere durante una cerimonia funebre, e rivenduta prima del seppellimento.
La leggenda sembra far leva sul comune sentimento che dice che un affare troppo conveniente nasconde sicuramente un inghippo.

30 settembre 2011


Se vuoi commentare questa leggenda, oppure comunicarne una versione alternativa, invia un'email al Webmaster dalla pagina dei contatti.

Questo testo è proprietà intellettuale dell'autore, Ferruccio Sardu. La sua riproposizione, anche parziale, implica la citazione della fonte.


← Precedente     Successiva →


linea

Torna al menu delle Leggende Metropolitane