Leggende metropolitane
Un automobilista distratto



Qualcuno conoscerà anche questa...
Un automobilista conduceva la sua vettura a velocità sostenuta, un giorno d'estate, tenendo il braccio fuori dal finestrino.
Guidò molto a lungo, e quando infine arrestò la vettura, si rese conto con orrore di non avere piú il braccio sinistro: evidentemente era stato colpito da una vettura che procedeva in senso contrario e, data l'alta velocità dell'impatto, gli era stato reciso di netto. Sarebbe da attribuire alla subitaneità dell'urto la strana circostanza che l'automobilista non abbia provato dolore; e forse la velocità avrebbe cauterizzato il braccio impedendo che lo sventurato pilota morisse dissanguato.

20 marzo 2007


Se vuoi commentare questa leggenda, oppure comunicarne una versione alternativa, invia un'email al Webmaster dalla pagina dei contatti.

Questo testo è proprietà intellettuale dell'autore, Ferruccio Sardu. La sua riproposizione, anche parziale, implica la citazione della fonte.


← Precedente     Successiva →


linea

Torna al menu delle Leggende Metropolitane